VIA ASPROMONTE

Via Aspromonte ASPROMONTE: UN PARADISO GEOLOGICO
Grandi “piani” separati da ripide scarpate. Fiumare lunghe e immense a sud est, brevi e tortuose a ovest. E poi, enormi monoliti, gigantesche frane, terrazzi marini, affioramenti. In continuo sollevamento da 500 milioni di anni, l’Aspromonte con i suoi 89 geositi censiti è anche Geoparco, candidato da qualche tempo a far parte della rete mondiale dei Geoparchi Unesco. Ai sostenitori della candidatura piace paragonarlo a un gigantesco polpo che dalla cima del Montalto “distende i tentacoli a raggiera verso il mare, disegnando dorsali, creste e plateaux (terrazzi marini e continentali), cui si alternano profonde incisioni vallive, solcate da corsi d’acqua di natura assolutamente unica al mondo, le fiumare, le quali nella porzione sommitale dei bacini, incidendo fortemente le dure rocce del substrato cristallino-metamorfico, creano ripetute e spettacolari cascate”.